Aeroporto Internazionale di Orly

Aeroporto Parigi Orly: nuovo progetto

Siamo felici di raccontarvi un nuovo progetto a cui abbiamo partecipato quest’anno presso l’aeroporto Internazionale Parigi Orly.

All’inizio del 2021 è cominciata la fornitura degli arredi per la nuova Area Lounge della compagnia aerea Corsair International.

Aeroporto Internazionale di Orly

Il progetto realizzato dall’Arch. Carlo Giordani che ha scelto personalmente le sedute e gli arredi delle nostre aziende partner. Arper nel modello Colina e di DiemmeOffice nelle sedute Clop con gambe in legno e divani e tavoli Circuit componibili.

Lounge arredi partner

Inoltre per il rivestimento delle pareti dell’area Lounge il grande protagonista è stato il MOSSswall di Verde Profilo in finitura naturale.

mixu immagine in evidenza

Mixu: il prodotto del mese

Personalizzazione, versatilità e sostenibilità rappresentano delle caratteristiche imprescindibili per le soluzioni di Sistema Ufficio. Mixu – la nuova collezione firmata Arper di sedie e sgabelli – viene incontro proprio a questa esigenza.

mixu prodotto del mese

E’ un sistema articolato in tre parti distinte — seduta, schienale e base —
che si possono combinare in innumerevoli soluzioni, variando tonalità e texture per adattarsi a contesti ed esigenze di volta in volta diversi.

Il designer Gensler ha realizzato questo prodotto in collaborazione con Arper. Questa collezione pone l’obiettivo di progettare una sedia in plastica versatile ed utilizzabile in contesti diversi: dall’ufficio all’hospitality e, più in generale, adatta a tutti i luoghi di incontro e di condivisione.

Multidisciplinarietà e personalizzazione

mixu multidisciplinarietà

Questa tipologia di arredamento si adatta perfettamente a contesti di lavoro multidisciplinari, dove collaborano più professionisti tra loro.

Inoltre, queste sedie e sgabelli, essendo articolati in tre parti distinte – seduta, schienale e base – si possono combinare in innumerevoli soluzioni, variando tonalità e texture per adattarsi a contesti ed esigenze di volta in volta diversi.

I materiali principali sono cinque, declinabili secondo numerose combinazioni: legno, metallo, plastica, rivestimenti in pelle e
tessuto.

La possibilità di scegliere il materiale permette di adattare questo prodotto a qualsiasi scenario, sia a quelli più formali che informali.

Ad esempio, uno schienale imbottito con gambe in legno si inserisce
perfettamente in contesti formali, mentre sedute con gambe in metallo e sedile e schienale in plastica risultano più adatti agli spazi informali, come caffetterie e aree relax.

L’obiettivo era ottenere una sedia che consentisse di realizzare il più ampio numero di combinazioni possibili tra i materiali, per soddisfare qualsiasi esigenza specifica in una vasta gamma di contesti.

Sostenibilità e materiali utilizzati

Arper cerca sempre di offrire soluzioni sostenibili. Anche in questo caso le sedie e gli sgabelli Mixu sono stati realizzati con materiale riciclabile.

Il sedile e lo schienale, infatti, sono stati realizzati in polipropilene riciclato da scarti post-industriali. La base in acciaio, invece, è realizzatacon contenuto di materiale riciclato variabile fino al 70%, verniciato a polveri — prive di emissioni VOC (Volatile Organic Compounds) — così da ridurre l’impatto ambientale. I piedini sono realizzati interamente in plastica riciclabile.

In generale, Mixu è un prodotto pensato per essere completamente dissemblato.

mixu sostenibilità
design uffici immagine in evidenza

Il design d’interni degli uffici contemporanei

Flessibilità, cooperazione e interattività sono solo alcune delle caratteristiche dei nuovi spazi di lavoro.

Il design degli uffici è infatti in continua evoluzione e cerca di adattarsi costantemente ai nuovi modi di lavorare.

design uffici 2021
2

Infatti, dal momento che in questi ultimi anni il lavoro è cambiato anche il modo di arredare gli interni si è adattato di conseguenza.

Come sarà il design dei nuovi uffici?

Gli interni degli uffici contemporanei sono pensati per creare spazi di lavoro flessibili che mettono al primo posto il benessere dei dipendenti e della cooperazione tra essi.

Le soluzioni intendono creare nuovi ambienti che comunicano tra loro e che possono modellarsi a seconda delle esigenze.

Infatti, secondo un sondaggio svolto nel 2020, uno dei maggiori problemi rilevato dai dipendenti era che negli uffici mancavano spazi di interazione.

Oggi non è più così!

La progettazione dei nuovi ambienti lavorativi assegnerà sempre meno spazio alle singole postazioni a favore di spazi dedicati alla condivisione e all’apprendimento.

Questa tipologia di spazi rappresenterà un indicatore chiave del successo aziendale, in quanto garantirà il benessere dei dipendenti e comporterà un aumento della produttività e della qualità del lavoro.

L’importanza dei luoghi comuni

Per garantire una permanenza positiva all’interno degli uffici sono stati ridisegnati gli spazi di lavoro per creare aree condivise e postazioni dove trascorrere del tempo in un’ottica di team building.

Gli uffici di oggi e quelli del futuro saranno sempre più funzionali alla nascita di relazioni per tradursi, infine, in un aumento della produttività.

Sale riunioni all’avanguardia

Le riunioni in videoconferenza diventeranno sempre più prevalenti e questa condizione inciderà sullo sviluppo degli spazi dell’ufficio dedicati alle riunioni.

Quest’ultime dovranno essere pensate per fornire il miglior servizio a clienti, fornitori e partner.

Oltre Internet ad altissima velocità, il design degli interni dovrà garantire la privacy acustica durante le conferenze.

Si dovranno posizionare, inoltre, degli schermi di grandi dimensioni e webcam in modo strategico per consentire ai colleghi collegati da remoto di partecipare comodamente alle riunioni.

Sarà utile anche pensare ad un sistema intelligente di prenotazione delle sale così da garantire un uso efficiente di questi spazi.

Spazi ecosostenibili

Anche nell’universo lavorativo è cresciuta sempre più un’attenzione nei confronti dell’efficienza energetica portando alla realizzazione di progetti orientati alla sostenibilità.

Un numero sempre maggiore di aziende, infatti, si sta impegnando non solo per raggiungere lo zero netto di emissioni di carbonio, ma anche per realizzare luoghi di lavoro positivi che creano un impatto benefico sull’ambiente e sul benessere stesso dei dipendenti. 

Questi fattori stanno contribuendo al boom del design biofilo che vuole integrare materiali naturali e sostenibili per favorire l’aria pulita, il comfort acustico e l’abbondanza di luce naturale.

Inoltre, è bene considerare che l’utilizzo di piante dentro gli ambienti lavorativi garantisce maggiore produttività e un miglioramento generale del benessere e della qualità di vita.

Conclusioni

design uffici conclusioni

Dall’ufficio, le persone si aspettano e aspetteranno molto di più che un semplice luogo dove lavorare.

Questo cambiamento viene vissuto anche dal mondo del design che dovrà riflettere l’importanza degli spazi di lavoro come luoghi di interazione sociale, generazione di idee e coltivazione di una comunità.

Gli spazi di lavoro contemporanei sono diventati una vetrina sempre più indispensabile per esprimere la cultura aziendale e il senso di appartenenza delle persone che ci lavorano all’interno.

se-cube immagine in evidenza

Se:cube: il prodotto del mese

Gli ambienti open-space o di grandi dimensioni rendono il contesto lavorativo più efficiente e produttivo, per questo motivo questo mese vogliamo proporvi Se:cube, la soluzione Office Cube per ambienti ufficio aperti.

Sedus, attraverso questi nuovi moduli  room-in-room chiusi e flessibili, garantisce un ambiente confortevole che può accogliere fino a otto persone che possono utilizzarlo per ritirarsi in tranquillità, svolgere piccole riunioni o godersi un momento di relax.

Idee e produttività

Allestire gli spazi in modo intelligente, soprattutto in ambienti di ufficio con spazi limitati, è fondamentale. Se:cube, grazie all’estetica luminosa e alle pareti trasparenti, si adatta armoniosamente con l’ambiente circostante creando una perfetta simbiosi tra le diverse postazioni di lavoro.

Inoltre, garantisce un ambiente di lavoro tranquillo grazie alla schermatura acustica dall’ambiente circostante – sia interno che esterno. Al tempo stesso è possibile ritrovarsi con i colleghi, senza essere distratti dai rumori esterni e senza disturbare gli altri che lavorano.

E’, infatti, un luogo che permette di realizzare piccole riunioni e brevi sessioni di brainstorming con colleghi.

Se:cube: dinamismo e personalizzazione

Se:cube può essere visto come uno spazio fonte di ispirazione che offre autonomia e si adatta alle più diverse esigenze. E’ disponibile in tre diverse misure e molte varianti di design. La sua struttura garantisce un’acustica e un’atmosfera ottimali. Il rivelatore di presenza regola la luce e la ventilazione, assicurando un consumo ottimizzato secondo il reale fabbisogno di corrente.
La luce perimetrale a LED indica se il modulo è già occupato. La personalizzazione cromatica e la libera scelta degli interni completano la soluzione Office Cube, consentendo un adattamento ottimale agli arredi circostanti.
Il Se:cube è facile da montare e smontare e può essere facilmente spostato grazie alla sua speciale tecnologia di sollevamento.

I vantaggi degli spazi open-space

A lungo siamo stati abituati a vivere in uffici standard organizzati secondo strutture e modelli fissi. Questo creava modelli organizzativi verticalizzati, generando conseguentemente un lavoro statico e meno flessibile.

Gli ambienti di lavoro open-space, al contrario, garantiscono dinamismo e contaminazione di idee, permettendo alle persone di dialogare costantemente e favorendo un workflow flessibile, dinamico e collaborativo.

Inoltre, lavorare in un ambiente di lavoro aperto e stimolante migliora la soddisfazione dei dipendenti, la loro salute e produttività.

lavoro flessibile sistema ufficio

Il lavoro flessibile: le caratteristiche dei nuovi uffici

Negli ultimi anni ed in particolare nell’ultimo periodo, si è molto parlato del concetto di “lavoro flessibile”. A queste nuove dinamiche anche gli uffici si sono adattati per essere flessibili e consentire agli individui e alle aziende di lavorare comunque, dovunque e in qualsiasi momento.

lavoro flessibile
smart working

Infatti, i lavoratori e le aziende, per concorrere sul mercato contemporaneo necessitano di flessibilità per adeguarsi alle complessità del lavoro attuale.

fattori chiave alla base della crescita degli spazi flessibili di lavoro sono strettamente legati alla crescita dell’economia digitale, alla nascita di nuovi lavori e attività imprenditoriali e ai requisiti di flessibilità.

Le caratteristiche del lavoro flessibile

Per flessibilità lavorativa intendiamo quelle modalità di lavoro che consentono ai dipendenti di lavorare fuori sede o fuori orario. Questo permette ai dipendenti di gestire più liberamente il proprio tempo e alle aziende di ridurre il tempo perso negli spostamenti. 

Soprattutto dopo la pandemia, moltissime aziende hanno scelto di investire nella riorganizzazione degli spazi di lavoro istituendo uffici condivisi e flessibili. Questo ha permesso di fornire a tutti i dipendenti l’accesso agli ambienti, agli strumenti e alle risorse per svolgere con sempre maggiore produttività il proprio lavoro.

Il lavoro flessibile è uno dei trend più in crescita nel settore della gestione e logistica.

Quali sono i vantaggi?

lavoro flessibile 
smart working

La flessibilità lavorativa garantisce un costante miglioramento delle conoscenze del lavoratore e di conseguenza del livello occupazionale raggiunto. Questo perché la costante collaborazione con gli altri dipendenti permette di potenziare l’estro creativo, la produttività e la contaminazione di conoscenze.

Più motivazione

 Il lavoro flessibile ha reso i dipendenti più responsabili nel gestire le proprie mansioni. Lavorare con modalità flessibili e personalizzate richiede di monitorare il lavoro svolto in termini di risultati, non più di ore.

Grazie alla flessibilità, i lavoratori riescono a gestire autonomamente il proprio lavoro, verificare in modo diretto il proprio contributo al successo aziendale e trovare momenti in cui alimentare la propria creatività.

Più produttività

Avere lavoratori più motivati paga. Poter gestire autonomamente il proprio tempo e non dover sottostare ai tempi dettati dal traffico della città aiuta le persone a rimanere concentrate più a lungo.

Inoltre, la possibilità di collaborare a stretto contatto con altre professionalità permette di apprendere più velocemente e assumere un approccio multidisciplinare.

Più risparmio

I benefici non sono solo per i dipendenti, ma anche per le aziende stesse. Infatti, la gestione dinamica delle postazioni di lavoro permette di ridurre i costi legati alla gestione degli spazi fisici; aumentare l’efficienza e la produttività dei propri dipendenti e migliorare l’employer branding.

A beneficiare del lavoro flessibile è anche l’ambiente, con una riduzione delle emissioni di CO2 e del traffico.

Gli spazi comuni permettono alle aziende di gestire crescite e riduzioni del personale aumentando o diminuendo il numero di postazioni o di stanze affittate.

Tra i vantaggi degli uffici flessibili c’è anche quello di favorire il networking tra altre aziende, liberi professionisti o start-up.

Ripensare ai nuovi spazi di lavoro

lavoro flessibile

Gli spazi di lavoro devono essere ripensati e riprogettati. Bisogna creare ambienti vari e differenziati; pensare a nuovi spazi aperti (per facilitare gli incontri) e chiusi (per garantire la concentrazione).

Bisogna creare ambienti altamente modulari e adattabili alle circostanze. Le aziende dovrebbero pensare a spazi chiusi, a zone open-space, meetng room o aree break.

In alternativa, si può pensare di investire in spazi di co-working per permettere la piena contaminazione tra professioni e persone con background completamente differenti.

tecnologie innovative sistema ufficio

Tecnologie innovative per la salute e il benessere

Negli ultimi anni, il nostro modo di pensare e di agire sulla salute è
profondamente cambiato. Ecco il motivo per cui le tecnologie hanno assunto un ruolo preponderante per il benessere dei lavoratori.

tecnologie digitali sistema ufficio

Siamo diventati più consapevoli sulla prevenzione e promozione della salute e come tali malattie siano strettamente legate ai comportamenti e gli stili di vita che assumiamo.

Allo stesso tempo, è sempre più evidente che le malattie croniche, che ormai costituiscono oltre la metà del global burden of disease a livello mondiale, richiedono un’accortezza capace di rispondere alle esigenze quotidiane di mantenimento del benessere.

Il ruolo degli uffici

In questo contesto, un contributo importante deve venire
anche dal settore privato.

Quest’ultimo, infatti, deve fornire nuove ed efficaci soluzioni a supporto del lavoratore promuovendo la salute e il benessere all’interno degli spazi di lavoro.

A riguardo, bisogna considerare che negli ultimi anni si sono sviluppate molte tecnologie digitali.

Tra queste dobbiamo considerare la sensoristica (fondamentale per rilevare parametri biometrici e comportamentali direttamente dall’individuo, attraverso dispositivi indossabili di varia natura); le piattaforme integrate (che permettono una gestione dei dati e delle informazioni efficiente e sicura, aumentandone anche l’usabilità attraverso interfacce semplici e intuitive); l’intelligenza artificiale (abilitante di nuovi servizi sia nel campo clinico che dell’assistenza alla persona) o la realtà aumentata.

La salute è per tutti

Tecnologie innovative per la salute

Secondo il Rapporto Annuale 2017 dell’ISTAT “in Italia, il 37,3% della popolazione adulta cumula più di un comportamento non salutare, ampliando quindi il rischio di insorgenza di malattie croniche”.
Anche i dati relativi all’invecchiamento della popolazione sono particolarmente accentuati nel contesto italiano.
L’invecchiamento della popolazione e l’aumento delle malattie croniche si combinano tra loro in un drammatico circolo vizioso che ha conseguenze sul benessere benessere e sulla salute della popolazione italiana.

Al contempo, è cresciuta una maggiore consapevolezza su queste tematiche portando i dipendenti e i lavoratori a richiedere l’azione di misure necessarie per non ammalarsi, vivere felicemente e portare avanti la propria vita lavorativa nel benessere.

A seguito della pandemia, molte aziende stanno adottando programmai basati sull’alternanza tra lavoro in ufficio e lavoro da casa. Questo permetterà di rendere il lavoro più comodo adattandosi ai ritmi delle persone.

Diemme Skin Sistema Ufficio soluzione

Diemme SKIN: il prodotto del mese

Diemme. è un’azienda completamente italiana nata nel 1995. La qualità delle sedie, delle poltrone e dei divani è garanzia costante di comfort ed ergonomia.

SKIN DIEMME prodotto del mese

Vivere e lavorare in un ambiente sano e sicuro, è fondamentale per prevenire infortuni e malattie legate a cattive posture. Ecco il motivo per cui oggi vogliamo presentarvi SKIN, sedia ergonomica firmata DIEMMEOffice.

Equilibrio ed esperienza

SKIN è una sedia operativa da ufficio, nata seguendo le logiche della tecnologia del benessere sposata dall’azienda Diemme. È stata disegnata nel 2021 in collaborazione con il designer Angelo Pinaffo.

SKIN è il risultato combinato di abilità ingegneristiche, design di qualità ed esperienza Diemme. Questa sedia, infatti, è dotata di un supporto lombare a scomparsa, regolabile anche da seduti.

La seduta è in grado di regalare una fantastica sensazione di equilibrio naturale unita ad un’espressione estetica unica. Le sue forme ergonomiche garantiscono una seduta sana, mentre le sue sofisticate funzioni sono nascoste in modo discreto, per renderla elegante ed esteticamente leggera. La sedia SKIN è uno strumento perfetto per le esigenze dell’ufficio di oggi.

Tecnologia del benessere

L’ambiente lavorativo dovrebbe promuovere la salute e il benessere dei propri dipendenti. Questo obiettivo inizia dall’arredamento d’interni che deve essere funzionale al benessere fisico e mentale delle persone.

Ecco il motivo per cui noi di Sistema Ufficio siamo alla costante ricerca di nuove soluzioni che garantiscano un impatto positivo sul clima lavorativo generale.

La sedia SKIN soddisfa questa sfida. Le forme leggere e fluide hanno un innovativo supporto lombare con movimento 3D, regolabile in altezza tramite leve comodamente accessibili da seduti.! Inoltre la struttura portante di SKIN, in polipropilene parzialmente rigenerato, ha una composizione che la rende flessibile al movimento di chi la utilizza, permettendo così la massima libertà e una seduta ergonomica in tutte le sue posizioni.

Kata Arper soluzione

KATA: il prodotto del mese

Questo mese vogliamo presentarvi l’ultima novità di Arper: un prodotto informale, ma al tempo stesso sofisticato.

Sedia Kata design

Abbiamo pensato a Kata, una sedia lounge, realizzata nel 2021 da Altherr Désile Park per introdurre un’idea di design del tutto innovativa.

Kata si ispira ai principi di sostenibilità, infatti rispetta le linee dell’economia circolare in ogni fase della filiera produttiva. Inoltre, questa sedia in legno massello, evoca la tradizione reinterpretandola in una soluzione contemporanea e sostenibile.

Il calore, la purezza grafica, le forme delicate e il profilo minimale lo rendono un oggetto di design d’interni delicato e adatto a qualsiasi ambiente.

Sostenibilità e attenzione all’ambiente

Il tema della sostenibilità rappresenta un elemento fondamentale del design stesso di Kata. Infatti, Arper ha scelto l’innovativa tecnologia di tessitura 3D per la realizzazione di questa sedia.

Partendo dalla consapevolezza che per produrre un chilo di filato viene utilizzato circa un chilo di rifiuti — l’equivalente di 48 bottiglie da mezzo litro, l’attenzione all’ambiente ha assunto un ruolo principale in ogni fase della produzione: dalla selezione dei filati in fibra di plastica riciclata agli approvvigionamenti di materiali.

La stessa tecnologia di tessitura e le soluzioni strategiche di spedizione e trasporto hanno avuto come conseguenza una riduzione degli scarti rispetto ai processi di tappezzeria tradizionale. Il risultato è stato un connubio tra artigianato tradizionale e processi moderni a ridotto impatto ambientale.

Il materiale scelto è una fibra di poliestere resistente e durevole ricavata dalle bottiglie di plastica riciclate. Questo aspetto richiede un utilizzo minore dell’energia durante la fase di produzione. fino al 75% in meno di emissioni di CO2 rispetto al poliestere vergine.

Legno di produzione Europea certificata FSC

Kata design Arper

Kata è in legno massello proveniente da produzione certificata FSC. Questo significa lunga durabilità e longevità del prodotto.

Questo tipo di legno è intrinsecamente più sostenibile rispetto a
materiali come alluminio o acciaio, ma va scelto attentamente.

Per la versione indoor è possibile scegliere tra legno in rovere massello tinto nero o legno in rovere verniciati all’acqua. Invece, per la versione outdoor è stata utilizzata la robinia, alternativa sostenibile ai legni tropicali. Questo tipo di legno possiede ottime proprietà di resistenza agli agenti atmosferici ed è di provenienza europea.

Un altro aspetto da considerare è che il legno certificato FSC è rifinito con una vernice a base d’acqua.

Pattern e colori

Kata design Arper 
Sistema Ufficio

Kata è disponibile in diversi colori e differenti trame per il filato. La prima è una texture ricca ed espressiva, che ricorda i sedili impagliati delle sedie in legno, tipiche della tradizione di molti Paesi europei.

Per questa variazione sono stati scelti colori naturali: lino, grano e carbone,
La seconda texture è, invece, più delicata e sobria.
Questo pattern è più sottile ed è disponibile in tre colori: acqua, grano e
carbone.

Inoltre, questa versione è possibile utilizzarla sia sia indoor sia outdoor.

luce lavoro benefici

L’importanza della luce nel posto di lavoro

Una buona luce sul posto di lavoro è fondamentale per la sicurezza dei lavoratori e per il benessere di quest’ultimi.

Infatti, una buona illuminazione influenza positivamente o negativamente il rendimento visivo, avendo conseguenze anche sulla produttività dei singoli lavoratori.

Gli ambienti di lavoro devono essere illuminati da una sufficiente luce naturale o artificiale che garantisca un’adeguata visibilità. Inoltre, è opportuno sottolineare che la legislazione italiana regola la disciplina dell’illuminazione degli ambienti di lavoro – sia con luce naturale che artificiale.

I luoghi di lavoro devono disporre di sufficiente luce naturale.

In ogni caso, tutti i predetti locali e luoghi di lavoro devono essere dotati di dispositivi che consentano un’illuminazione artificiale adeguata per salvaguardare la sicurezza, la salute e il benessere di lavoratori.

Allegato IV (Requisiti dei luoghi di lavoro) del D.Lgs. 81/2008

Come andrebbe disposta la luce in ufficio?

Sicuramente, uno dei primi aspetti da considerare nella fase di progettazione dell’illuminazione è calcolare correttamente la quantità di luce necessaria nella cosiddetta “task area”, o zona di compito visivo.

Bisogna, poi, opportunatamente illuminare l’area circostante e quella nell’area di sfondo.

Vanno evitati l’abbagliamento e la scarsa luminosità. Nel primo caso lo spazio di lavoro risulta essere illuminato con troppa luce, provocando problemi come difficoltà di visione e, a lungo periodo, malessere e mal di testa.

Nel caso contrario, quando non c’è la quantità di luce necessaria o non disposta correttamente, questo può causare seri problemi alla vista.

Le diverse aree da illuminare

luce ufficio

Si possono identificare almeno quattro diverse aree di lavoro che richiedono accortezze e illuminazioni differenti:

Area del computer

Rappresenta la zona in cui viene svolta la maggior parte parte del lavoro e richiede un’illuminazione dedicata e confortevole. L’ideale sarebbe posizionare una lampada da tavolo in prossimità dello schermo, così da giovare positivamente al dipendente e garantire una visibilità maggiore

La scrivania

Non è essenziale che abbia un’illuminazione dedicata, ma è d’aiuto che tutti gli oggetti siano visibili e chiari agli occhi del lavoratore.

Dunque, se l’illuminazione naturale non è sufficiente, bisognerebbe scegliere lampade che illuminino lo spazio circostante

Gli ambienti

Sia attraverso luce naturale che artificiale, gli spazi lavorativi dovrebbero essere illuminati omogeneamente. Inoltre, la luce non dovrebbe mai essere troppo forte oppure creare abbagliamento o fastidiosi riflessi.

I corridoi

Non essendo propriamente zone rilevanti per il lavoro, non richiedono illuminazioni particolari. Consigliamo di posizionare nei corridoi dei sensori di movimento che permettano di accendere la luce solo al passaggio delle persone, garantendo in tal modo un notevole risparmio energetico.

I benefici di una corretta illuminazione

luce ufficio sistema ufficio

Molto spesso viene tralasciato il fatto che un’illuminazione corretta comporta molteplici benefici al benessere psico-fisico e biologico dei dipendenti.

La luce, infatti, ha un effetto stimolante, garantisce una qualità del sonno migliore e una maggiore produttività.

Uno degli aspetti più importanti della luce è quanto questa influisce sulla nostra produttività.

Alla domanda sull’effetto della luce diurna sulla produttività, il 63% degli intervistati di YouGov ha affermato che la luce naturale ha un effettivo impatto sul proprio lavoro.

Chi lavora in ambienti ben illuminati dal sole è molto più produttivo.

In conclusione, una corretta illuminazione è uno dei principali fattori che influiscono sul comfort e sul benessere delle persone.

Le giuste condizioni di luce sono, infatti, fondamentali per garantire una permanenza confortevole, soprattutto in un contesto lavorativo.

Contattaci e prenota la tua consulenza