“Chi valorizza il proprio giardino fa bene a se stesso, al vicino e alla comunità”

“Chi valorizza il proprio giardino fa bene a se stesso, al vicino e alla comunità”


ROMA. La scorsa settimana, al vaglio della Camera dei deputati, sono stati presentati 5 emendamenti, in discussione sulla Legge del Bilancio, promossi dal presidente commissione finanze della Camera, Maurizio Bernardo, riguardanti le detrazioni fiscali previste per le opere verdi necessarie per chi sceglie di ristrutturare il proprio giardino.
I privati che vorranno risistemare spazi privati o condominiali avranno diritto ad una detrazione fiscale fino a un tetto di 20 mila euro, per un totale di circa 80 milioni di euro di copertura finanziaria.

Potranno accedere ai benefit economici, in occasione delle ristrutturazioni edili, coloro i quali prevedano i seguenti casi di lavori:
lavori di fornitura e messa a dimora di piante ed arbusti, tecnicamente definite “nuove piantumazioni”;
lavori di riqualificazione di tappeti erbosi: per chi, per esempio, volesse sostituire un lastricato di cemento o un giardino abbandonato con uno spazio verde privato o condominiale;
lavori di restauro e recupero del verde relativo ai giardini di interesse storico o artistico comprendendo anche le spese di progettazione e di prestazioni professionali necessarie per l’esecuzione delle opere.

La manovra è stata messa in piedi non solo per incentivare le città ad affidarsi ad una riqualificazione green, ormai direzione segnata dalla moderna progettazione e dal futuro ecocompatibile a cui dobbiamo tendere necessariamente, vedi l’esempio di Parigi, ma anche per accende un faro sul mercato del settore del verde, dove spesso la concorrenza in nero è stata abbastanza disinvolta, tanto che negli ultimi anni il 50% delle aziende legate al green sono state costrette a chiudere battenti .
E proprio sul modello di Parigi, potremmo cogliere l’occasione per affidarci ad alberi “intelligenti”, dette così semplicemente piante più efficaci alla lotta agli inquinanti, magari componendo pareti verticali in grado di attirare sostanze dannose verso di loro e di allontanarle dai cieli cittadini, traendone un doppio vantaggio, uno in termini ecologici, abbassando l’inquinamento delle nostre città, e l’altro in termini economici, facendo uscire meno danaro dalle nostre tasche. Attendiamo solo il via agli stanziamenti.

ROMA. La scorsa settimana, al vaglio della Camera dei deputati, sono stati presentati 5 emendamenti, in discussione sulla Legge del Bilancio, promossi dal presidente commissione finanze della Camera, Maurizio Bernardo, riguardanti le detrazioni fiscali previste per le opere verdi necessarie per chi sceglie di ristrutturare il proprio giardino. I privati che vorranno risistemare spazi privati […]

Since 1984

Da oltre 30 anni Sistema Ufficio scrive la propria storia fatta di passione, solidità, creatività e ricerca dei dettagli per offrire al cliente il servizio migliore.

Ci hanno scelto